La Running club Maratona di Roma informa che questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili, anche di terze parti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente acconsente l'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

LOGIN

Crea il tuo account per entrare nel nostro club ed avere accesso ai contenuti , sarai il BENVENUTO

Notizie sportive flash

Cerca nel sito

Pubblicità

Spazio pubblicitario

Pubblicità

>

A.S.D. PODISTI MARATONA DI ROMA
RUNNING CLUB
MARATONA DI ROMA
Presidente
Mario Romagnoli
    

 

Poi le gare che ci porteranno nel cuore dell’estate. A questo proposito vi invito ad effettuare le iscrizioni, nei tempi previsti, direttamente sul nostro sito, nella sezione apposita, tenendo presente che fino alla scadenza è possibile, per motivi improvvisi e personali, cancellare la prenotazione. Questo per evitare inutili sovrapposizioni e dispersioni nel lavoro che egregiamente Ugo Cannata e Rinaldo Brunetti svolgono.

                                                                              MARATONA DI ATENE

In occasione dell’ultimo incontro che ci ha visto riuniti, si è deciso di aderire al consiglio di effettuare una Maratona all’estero, tentando di organizzare una presenza complessiva degli atleti Running Club Maratona di Roma. La scelta è caduta su ATENE, che si svolge il 13 NOVEMBRE.

Le GARE PREVISTE:   •42K, 10K, 5K, POWER WALKING (Tempo a disposizione 8H e 30’)

LUOGO DI PARTENZA: • 42K •  Power Walking:  Piana di Maratona

  • 10K• 5k: Atene, Amalias Avenue (di fronte allo Zappeion Megaro)

Come si può ben vedere vi sono ampie possibilità di partecipazione, per cui possiamo pensare di allargare la presenza a tutti coloro che desiderano cimentarsi in una qualsiasi di queste distanze.

Per rendere operativa la partecipazione, si è stabilito un termine di prenotazione alla data del 30 APRILE 2016. Una volta accertato il numero dei partecipanti, sarà nostra cura organizzare la trasferta ed il soggiorno nei giorni che presumibilmente saranno Venerdì – Lunedi: A tal fine sarebbe utile avere da voi, con la prenotazione, una indicazione sulle eventuali preferenze (Giovedì – Lunedi, oppure Giovedì- Domenica, oppure Sabato-Lunedi, o quanto vorrete indicarci). In base alle indicazioni della maggioranza, cercheremo di organizzare la trasferta.

VAI ALLA MARATONA DI ATENE


 


L'Italia Marathon Club  ed il Running Club Maratona di Roma hanno festeggiato I 90 del Capitano Sergio Agnoli Con una serata che si è tenuta il 7 Marzo 2016 Presso il Forum Sport center . La serata,  a base di pizza ed antipastini vari, è stata  offerta  agli atleti  ed accompagnatori  che conndividono con il Nostro  Sergio Agnoli I nostri colori sociali.
Mario Romagnoli

SERGIO AGNOLI
Capitano del Running Club “Maratona di Roma”
Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana
Roma, 27 dicembre 2003. Di iniziativa del Presidente della Repubblica

 Quando si parla con Sergio Agnoli della sua vita e delle sue esperienze paradossalmente si vengono a sentire tanti aneddoti, tanti spunti a livello tecnico e tante notizie su personaggi e fatti, ma è come se le cose che narra non lo coinvolgano direttamente come protagonista: questa è la virtù di una persona che ha sempre vissuto in maniera sobria accontentandosi delle cose che ha e della normalità. Questa virtù si chiama semplicità.

 Capitano del Running Club Maratona di Roma, associazione alla quale appartiene dalla sua fondaazione e di cui si sente fiero esserne uno dei primi ad averle dato vita, decano della Squadra, ottima memoria storica dello sport, gradevolissima compagnia, neo-esordiente per il nuovo avvicinamento allo sport che lo attende nelle prossime settimane, autodefinentesi “diversamente giovane». Infatti, Sergio, operato un anno fa al cuore (e anche qui un altro record e vanto della medicina per essere stato la persona più anziana ad essere operata di cuore e per di più senza subire impianti di alcun apparecchio), non ha ancora le certificazioni necessarie per partecipare alle gare… ma un’oretta di allenamento al giorno se la fa sempre. Un anno fa, dopo l’operazione, i medici gli dissero che avrebbe potuto riprendere a camminare dopo una decina di mesi, invece dopo un paio di mesi eccolo di nuovo sulla pista.

 Sergio è una persona che ha una certa importanza nella storia dell’atletica senior ma è importante anche per la medicina, il fatto che sia una persona dai modi affabili non deve sminuire la nostra considerazione per lui: ha fatto cose in atletica che nessun altro ha mai fatto con risultati notevoli ed interessantissimi per la scienza al fine di conoscere e sviluppare le possibilità umane, tant’è che viene seguito da venticinque anni da un’equipe del Policlinico Gemelli.

Quattro chiacchiere con Sergio

 Nato a Roma il 2 marzo 1926 da genitori cadorini, Sergio Agnoli ha cominciato dalle elementari a fare sport con una certa passione, un periodo in cui le scuole erano ben attrezzate e si faceva attenzione alla pratica sportiva, «ma poi venne la guerra, allora bisognava correre per scappare dalle bombe e dai tedeschi», come ricorda sempre Sergio con una certa ironia, e così, tra i problemi della guerra e le necessità lavorative che il drammatico dopoguerra imponeva, dovette smettere facendo seguire una lunga parentesi d’inattività. Una nota da rilevare, però, la rappresenta un episodio avvenuto durante il periodo del servizio militare: «Durante il servizio militare il comandante chiese chi sapeva sciare io e altri due ci presentammo ma io non avevo mai visto la neve. C’era un maestro della scuola di Cervinia e facemmo con lui quasi un mese di addestramento poi facemmo le gare di sci di fondo e arrivai primo della Divisione “Friuli” ». Insomma: primo… inaspettatamente primo per uno che non aveva mai visto la neve e tra l’atro nei confronti di concorrenti per i quali la neve era un elemento di vita quotidiana e di interesse sportivo.

 Da allora Sergio Agnoli trascorse la vita facendo l’operatore macchine movimento terra: «Come lavoro ero tecnico macchine movimento terra e questo mi ha dato modo di viaggiare molto, ho imparato tante cose, insomma mi piace. Diciamo che un po’ tutte le cose che ho fatto mi hanno dato soddisfazioni». Sposato dal 1955 con Luisa Lombardozzi, la moglie gli è stata sempre accanto, l’ha sempre accompagnato per il mondo, un grandissimo aiuto.

 Dal matrimonio con Luisa sono nati due figli, il primo, Paolo, due lauree, imprenditore ma anche sportivo di lignaggio potremmo dire certamente pari al padre. Di lui amici comuni mi hanno detto essere un valente corridore e in termini di velocità mi hanno detto che tra i risultati ci sono la Roma-Ostia in un’ora e venti, ma quando un giorno mi trovai a parlarne con Sergio mi corresse precisando con grande soddisfazione

«un’ora e quindici». Purtroppo non può essere assiduo frequentatore dell’agone sportivo per motivi di lavoro, ma contiamo che possa seguire le orme del padre se non prima almeno una volta andato in pensione. L’altro figlio, Massimo, ufficiale dell’aeronautica venne a mancare nel 1985, all’età di ventisette anni, per un incidente stradale e lì percepisco che il ricordo che ne ha Sergio si accompagna ad un forte dolore.

Per Sergio Agnoli nella vita occorrono tre cose: «La prima è la dote di madre natura per quella determinata cosa; la seconda è l’applicazione a quello che fai, ad esempio se sei un bravo pittore ma non dipingi mai non farai nulla, non sarai nulla; la terza è la fortuna».

 Che cosa ci dice Sergio della sua vita sportiva?

«La mia vita sportiva è iniziata quando sono andato in pensione: mi ero accorto che ero un po’ ingrassato e facevo anche fatica ad allacciarmi le scarpe. Ho ricominciato piano piano tant’è vero che alla prima gara, ad Acilia, arrivai ultimo. La prima maratona l’ho fatta a New York nel 1986 a

60 anni, la seconda, sempre a NY due anni dopo con 3’05”».

 Che cos’è per te lo sport?

 «Lo sport mi ha dato il piacere di conoscere tante persone, una meglio dell’altra, sia gente semplice che campioni e personaggi della cultura e dello spettacolo». Fino a 85 anni ho corso, l’ultima maratona fatta fu quella di Roma del 2008 (per me la maratona in assoluto più bella per il contesto, la storia, la gente che ti accompagna lungo il percorso) a cui partecipai fu all’età di 82 in 4 ore e 16 minuti. Successivamente, a ottantacinque anni, mi sono dedicato alla marcia». E qui lo troviamo laureato campione italiano master su pista a Modena, sulla distanza dei 5000, nel 2014 e ad Ancona campione italiano master indoor nella distanza dei 3000.

 Il “keniano bianco”, come lo chiama Orlando Pizzolato per lo stile di corsa (e Sergio ricorda che i primi rudimenti sulla maratona glieli ha dati proprio Pizzolato, dal quale andava tutti gli anni a fare stage), ha iniziato a correre con la “Amatori Villa Pamphili”, poi con la squadra della “Sanità” del San Camillo ed infine è approdato alla “Podisti della Maratona di Roma” al momento della sua fondazione.

 Sergio   ha una stanza piena dei   suoi   trofei: coppe, targhe, riconoscimenti creati appositamente in suo onore in apposite occasioni.

 Sono tanti i ricordi di gare ma preferire qualcuna in particolare non è possibile, le gare sono un po’ come figli, ognuna ha le sue particolarità, ti dà le sue gioie, ma in fondo non preferisci una piuttosto di un’altra. Per ricordi più vivi ci dice che una delle cose più belle è la vittoria di quattro gare a Brisbane, un meeting di dieci giorni in cui ha vinto la gara di cross di otto chilometri, poi la gara dei 5.000 in pista, successivamente quella dei

10.000, sempre in pista e infine la maratona, un poker che nessuno è riuscito a fare.

Il suo record della maratona è di 2 ore e 58 minuti, fatto a sessant’anni, ma il primato più bello è stato quello del record europeo di categoria a settant’anni con la maratona in 3 ore e 2 minuti.

 Merico Cavallaro

 

I principali titoli internazionali di Sergio Agnoli

Campionati del mondo

 8 medaglie d'oro.

 1992 Campione del mondo per la categoria Master M65 in Inghilterra sulla distanza di 25 km su strada.

 1993 Campione del mondo di maratona per la categoria Master M65 in Giappone.

 2001 Campione mondiale in Australia per la categoria Master M75. (Maratona, 10000 m, 5000 m, Cross).

 2002 Campione mondiale di 10 km su strada per la categoria Master M75 in Italia (Riccione).

 2007 Campione mondiale (10000 m, 5000 m, Cross) per la categoria

Master M80 in Italia (Riccione).

 Campionati europei

 11 medaglie d'oro.

 1992 Campione europeo per la categoria Master M65 nella maratona, in Norvegia.

 1996 Campione europeo per la categoria Master M70 in Svezia (maratona con il primato europeo di 3h 2' 47", meno di un minuto dall'allora record del mondo, 10000 m con il nuovo primato europeo di 39'13", a pochi secondi dall'allora record del mondo).

 1999 Campione europeo per la categoria Master M70 nella gara di mezza maratona in Belgio.

 2001 Campione europeo su strada a Malta per la categoria Master M75, (10 km, mezza maratona).

 2003 Campione europeo nella Repubblica Ceca per la categoria Master

M75 (mezza maratona, 10 km su strada).

2006 Campione europeo in Polonia per la categoria Master M80 (5000 e 10000 m).

 2008 Campione europeo in Slovenia per la categoria Master M80 (800,

1500, 5000 m).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Notizie ultima ora

Prima pagina - Google News

Google News

Running Club maratona di Roma

Designed by Marco Taffoni 

Copyright © 2014. All Rights Reserved.

CSS Valido!